.
Annunci online

Sogni,Idee e passioni. La vita deve essere un mix dei tre condita con amore e serenità!
Trasloco...seguitemi
post pubblicato in Diario, il 11 gennaio 2011

 

Per il momento sono su... http://fabiolasantini.wordpress.com/

vi aspetto




permalink | inviato da fabiolasantini il 11/1/2011 alle 13:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
LA MOZIONE BERSANI STRAVINCE A MATELICA
post pubblicato in Diario, il 1 ottobre 2009

Supera l’80% il consenso per la mozione congressuale dell’ex ministro Bersani
Il Partito Democratico è la più grande intuizione degli ultimi venti anni. Noi crediamo nel progetto cresciuto sulle radici dell'Ulivo. Desideriamo alimentarlo con le passioni e le intelligenze di donne e uomini pronti a rinnovare la politica italiana.” Con queste parole in candidato alla segreteria del Partito Democratico ha introdotto il suo programma dal titolo “Per il Pd e per l’Italia”.


 

Si è svolto nella giornata di domenica 27 settembre il congresso riservato agli iscritti del partito Democratico della città di Matelica.

I partecipanti hanno potuto ascoltare nella prima parte del congresso i tre rappresentanti delle mozioni , Barbara Temperilli per la Bersani, Mario Cavallaro per la Franceschini e Valentina Ugolinelli per la mozione Marino. Un folto pubblico ha seguito con molto interessa il confronto tra le mozioni dimostrandosi attento e fiducioso nel Pd che nascerà dalle Primarie del 25 ottobre prossimo.


 

Gli iscritti hanno potuto votare fino al tardo pomeriggio di domenica esprimendo sia l’indicazione sulla mozione nazionale sia per il candidato regionale Palmiro Ucchielli.

Hanno preso parte alla votazione 67 iscritti. Questo l’esito dello scrutinio:


 

Mozione Bersani 54 voti ( Montesi, Santini, Cimmino,Tiranti,Fuffa, Verrillo,Mosciatti,Larocca)

Mozione Franceschini 7 voti (Aringoli, Marzioli, Antonini)

Mozione Marino 5 voti (Gaoni)


 

Mozione Ucchielli per la segreteria regionale 67 voti


 

Una mozione ricca di spunti e di proposte che potranno portare un vero cambiamento all’interno del Partito Democratico e per tutta la nostra nazione – afferma Montesi – sono davvero felice e soddisfatto di questo risultato nella nostra città abbiamo trovato un folto gruppo di persone che credono in questa proposta alternativa, perché il Pd che vogliamo non è quello delle divisioni di cariche a tavolino, ma un partito vero fatto di persone che vogliono il bene comune come fine ultimo del loro lavoro”




permalink | inviato da fabiolasantini il 1/10/2009 alle 19:41 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
Pd ho deciso...Bersani
post pubblicato in Diario, il 30 settembre 2009

Nutro una forte ammirazione per il Senatore Ignazio Marino,lo stimo e credo in moltissime delle cose che afferma e porta avanti con molta tenacia.

Ma devo decidere, devo prendere una posizione per ciò che sto portando avanti da mesi. La mia scelta va contro ogni ideologia pre confzionata. Molti si aspettavano il mio schieramento scontato per Dario Franceschini, purtroppo non sarà così. Mi ha profondamente deluso e quindi non posso sostenerlo.

Franceschini si cela dietro ad un nuovismo che purtroppo è solo di facciata, la scelta della Seracchiani in parte condivisibile è un episodio per far contento qualcuno. Le doppie cariche, la promessa di non ricandidatura ecc ecc. E' un buon segretario ma non riesco a sosteneo anche per le alleanze che lo sostengono nella nostra regione che non mi convince proprio.

Quindi ho scelto Bersani, ha idee per far rinascere il nostro partito per farlo rivivere sotto altre forme di partecipazione democratica anche a livello locale. Spero non mi deluda e che un giorno possa collaborare a stretto contatt con Marino insieme possono davvero fare grandi cose per noi, per il partito e per l'Italia.

Domenica si è votato nel nostro circolo e la mozione Bersani ha superato l'80% dei consensi

Incrociamo le dita

Sono passati venti giorni,...si, parliamone!
post pubblicato in Politichese, il 28 giugno 2009
  

Sono passati venti giorni ormai dall'esito elettorale a Matelica e nella nostra provincia e forse è il caso che io mi decida di scrivere qualcosa in merito, non tanto per quelli che poi si limitano a sputare ancora addosso ma per coloro che malgrado tutto mi hanno dimostrato fiducia. In Comune purtroppo non è andata bene nè a me nè alla mia lista "Matelica Insieme". Perchè? Beh non lo so, non mi va di piangermi addosso, ma credo che ci sia stata qualche ripicchetta personale quà e là ovvero sia internamente che dagli avversari (ora mi dispiace definirli così, ma alla luce dei fatti non posso far altro). Per quanto riguarda le elezioni comunali che dire? La mia scelta di coerenza è stata strumentalizzata e per raggiungere l'obiettivo chi era in fronte avverso ha usato ogni tipo di metodologia fino agli attacchi personali e i contatti (come definirli???) verso le persone a me vicine. Ovvio anche io ho fatto i miei errori, potevo fare di più e meglio ma forse...potevamo restare su un piano politico e la kermesse elettorale sarebbe stata molto più "simpatica". Ho ricevuto 72 preferenze che non mi hanno permesso di entrare in Consiglio Comunale, ma non per questo farò contento qualcuno, che vede in questo numero una definitiva sconfitta, quindi non credo che starò 5 anni (o quelli che saranno) a guardare in silenzio. Quindi a coloro i quali da tanto fastidio la mia presenza politica e amministrativa (che leggono anche questo blog) non darò la soddisfazzione di sparire. Chi mi ha sostenuto mi ha chiesto di continuare a vigilare su alcune tematiche e credo proprio che lo farò, stavolta però in modo diverso, senza mezzi termini e con tutti i mezzi che avrò a disposizione. Matelica purtroppo in queste elezioni ha perso un'occasione d'oro, quella di reagire ad un crisi sempre più forte in modo nuovo e sicuramente produttivo, ora non ci resta che restare vigili e continuare il bellissimo rapporto instaurato in campagna elettorale con i tanti cittadini che hanno scelto "MatelicaInsieme". Molti dicono che rinnego ciò che è stata la mia casa per 10 anni, ovvero l'amministrazione Gagliardi, questo è assolutamente falso e privo di ogni fondamento. Le scelte fatte, però , vanno portate a conclusione con coerenza se fatte con assoluta convinzione, quindi la mia adesione al Pd mi ha portato alle dimissioni da Assessor e alla non condivisione della scelta del mio ex Capogruppo (fondatore del Pd a Matelica) e quindi al non appoggio alla sua lista pura espressione del PDL (con esponenti della LEGA NORD). Se fossi stata in cerca di poltrone avrei avuto probabilmente vita facile aderendo al suo progetto (di conquista?) ma ho scelto la coerenza prima di tutto per me stessa. Mi dispiace per chi non capisce questo passaggio, ma non posso farci nulla. Dopo questa ampia parentesi voglio spendere due parole per le elezioni provinciali, qui ci sono ben altri fattori, politici più che amministrativi. Dal mio canto ho ricevuto un discreto successo ricevendo 1.119 consensi nel mio collegio, era una sfida nuova per me e molto importante, qui i capricci personali di qualcuno ha portato ad una divisione dell'elettorato di centro sinistra che ha raggiunto solo uno scopo, quello di far vincere il centro destra in Provincia. Mah se qualcuno è contento così che vogliamo farci? Certo dopo la rabbia e la delusione di una tornata elettorale così, si deve reagire. In che modo? Ancora non lo so, ma sono sicura che la reazione ci sarà. Per il momento con questo lunghissimo post di riflessioni, che qualcuno leggerà tutto, qualcuno a metà e molti si soffermeranno solo alle prime righe,ma per chi lo leggerà tutto...GRAZIE per l'attenzione.

Per chi volesse condividere qualche altra riflessione o incazzatura rimando a Facebook gruppo "Idee per una nuova Matelica" e le mie mail santinifabiola@gmail.com e fabiola.santini@matelicainsieme.com

ciao

Fab

Restituzione post terremoto 2007...pensiamo a chi è in difficoltà
post pubblicato in Politichese, il 18 giugno 2009
News dell'Ufficio Stampa (dal sito www.comune.matelica.mc.it )
Pagamenti tributi comunali sospesi a causa del sisma
La Giunta Municipale, nella seduta del 12.06.2009, ha deliberato DI RINVIARE IL PAGAMENTO DELLA TARSU E DELL'ICI SOSPESI A CAUSA DEL SISMA DEL 1997 AL 30.09.2009 SENZA ALCUN ONERE AGGIUNTIVO PER IL CONTRIBUENTE.Quanto sopra per recepire le aspettative dei contribuenti e tenendo conto delle difficoltà  incontrate dagli stessi nel reperire i dati sui quali calcolare gli importi dovuti la G.M. ha deciso di assumere questa decisione. Gli uffici rimangono comunque a disposizione per fornire ogni altro utile chiarimento


Uno spunto di riflessione in merito a questa notizia apparsa qualche giorno fa sul sito del nostro comune. Siamo tutti consapevoli e coscienti della grave difficoltà economica che il nostro territorio sta attraversando e siamo consapevoli delle difficoltà riscontrate dai cittadini in questi giorni per la restituzione della cosidetta "busta pesante" del 1997 -1998 (NOTIZIA TENUTA DEBITAMENTE NASCOSTA FINO AL GIORNO DOPO ELEZIONI ANCHE SE LA CIRCOLARE DELL'UFFICIO DELLE ENTRARE ERA DEL 10 APRILE) siamo consapevoli che forse non è il caso infierire su questa situazione? La mia proposta, perchè non evitare questa restituzione "comunale" (ICI e Tarsu) a coloro che hanno delle serie difficoltà economiche. Sono sicura che qualcuno "tuonerà" da Palazzo dicendo che c'avevano pensato...e guarda caso non era il caso di dirlo in giro altrimenti in troppi ne facevano richiesta. (cosa successa con il FONDO DI SOLIDARIETA' COMUNALE per famiglie e persone in difficoltà)
Per non parlare della totale insensibilità governativa che ha gravato intorno a questa vicenda, malgrado abbiano costretto molti contribuenti-cittadini-elettori a file incontrollate, a pagamenti extra, a ricerche infinite di documentazioni di dodicianni fa  in giro per uffici...non hanno concesso nessuna proroga. Ma quando devono recuperare i soldi dell'evasione fiscale...forse qualche deroga la fanno.

Per commenti vi aspetto nel mio gruppo Facebook "Idee per una nuova Matelica", li ci sono davvero delle belle idee concrete e realizzabili.

Ciao Tarty...
post pubblicato in Diario, il 16 giugno 2009
 Ci si affeziona, si scherza, si gioca...e stanotte un tuffo al cuore, nel cuore della notte :-(
Sembra stupido, sembra esagerato ma l'affetto è così...
ciao ciao



permalink | inviato da fabiolasantini il 16/6/2009 alle 5:28 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Elezioni 2009/Provinciali
post pubblicato in Diario, il 9 giugno 2009



Purtroppo questi sono i risultati dei Candidati Presidente. Franco Capponi è eletto al primo turno per un soffio, è ovvio che sono delusa visto che io sostenevo con la mia candidatura Pd il candidato Giulio Silenzi presidente uscente. Alla delusione anche qui si aggiunge un po' di rabbia per coloro che, pur stando sulla stessa barca, accettano di affondare pur di far emergere una ripicca personale o una vendetta "politica". Questo modo di far politica mi sa tanto di piccolo, lo fanno solo i piccoli uomini che non sanno guardare al di là del proprio naso, che fanno accordi elettorali per scambi vari pur di dimostrare assurdità personali e politiche da quattro soldi. Il bello è che lui fa affondare qualcuno, ma lui cade a picco ancor di più. a livello personale che dire? per aver gareggiato a armi impari rispetto al Pdl, con compagni di viaggio che non hanno favorito una mia possibile elezione, compagni di coalizione che hanno fatto quello che hanno fatto, in un momento politico delicatissimo per il partito....ho affrontato dignitosamente questa tornata provinciale portando a casa il 20% dei voti con 1.119 persone che mi hanno dato fiducia.

grazie a tutti coloro che mi hanno dimostrato stima e fiducia

Elezioni 2009! La mia lettera.
post pubblicato in Diario, il 14 maggio 2009
      
Sono nata 30 anni fa a Matelica, diplomata, attualmente lavoro presso l’Ufficio Stampa dell’Università di Camerino.

Da sempre appassionata di politica ho ricoperto la carica di Assessore Comunale nelle ultime legislature occupandomi di Cultura, Servizi Sociali, Politiche giovanili.

Per confermare la mia coerenza politica dopo l’adesione al Pd dalla sua costituzione e viste le condizioni non più sostenibili qualche mese fa ho lasciato l’attuale maggioranza per dar seguito al mio impegno politico con serietà, evitando atteggiamneti ambigui e contrastanti.


Ho aderito con molto entusiasmo al progetto di Massimo Montesi Sindaco e del progetto “Matelica insieme – costruiamo il futuro” per la nostra città di Matelica.


Sono convinta che Matelica Insieme possa essere il futuro per Matelica perchè pone al centro del progetto amministrativo il cittadino e le sue esigenze, dove il comune è un palazzo trasparente e amico del cittadino. Una città che merita di più e che possa guardare al futuro con speranza, competenza e innovazione sviluppando settori strategici che possono aiutare realmente in questo momento di crisi. Innovazione tecnologica, sviluppo del turismo e la particolare attenzione alle tematiche del risparmio energetico, la crescita dell’offerta culturale cittadina e il sociale.

Ho avuto l’opportunità di proporre molte attività a Matelica e di lavorare ad importanti progetti che hanno reso la nostra città un punto di riferimento.



Attività amministrativa:


Dal Giugno 1999 fino al 15 gennaio 2009

Ricopro la carica amministrativa di Assessore del Comune di Matelica

Nello specifico: dal giugno 1999 al giugno 2004 deleghe alla Cultura, Politiche Giovanili, Volontariato e Istruzione; dal giugno 2004 fino al 15 gennaio 2009 deleghe alle Attività culturali, Spettacolo, Servizi Sociali, Politiche giovanili e Volontariato.

Alcuni incarichi:

Tra i fondatori del Sistema Museale della Provincia di Macerata e Componente del Consiglio d’Amministrazione, componente del CdA dell’Amat, Associazione marchigiana Attività teatrali e dell’Associazione ATG, Associazione Teatro Giovani di Serra San Quirico. Componente del gruppo di lavoro “Terra dei Teatri” e del gruppo di lavoro E-generation della Provincia di Macerata

Membro del Comitato di Gestione dell’Asilo Nido del Comune di Matelica : anche in veste di Vice Presidente e componente dalla fondazione della Consulta comunale dei Giovani. Promotrice del Consiglio Comunale dei ragazzi di Matelica e ideatrice di manifestazioni ed eventi come Diversamente, Libriamo e delle brevi residenze di cantanti italiani come Elisa, Ruggeri, Branduardi,Zarrillo, Fossati e Matia Bazar.

Componente del gruppo di lavoro della Regione Marche per l’organizzazione della partecipazione e organizzazione Fiera del libro di Torino

Tra i fondatori in rappresentanza del Comune di Matelica del Sistema “Marche a Prova d’arte” con i comuni di Cagli, Fabriano e Sassoferrato

Componente della commissione Legislativa del Forum Nazionale dei giovani grazie alle competenze sviluppate negli anni rivolte al mondo giovanile. Tra i promotori di una legge quadro nazionale per le politiche giovanili.


Da sempre attenta ai bisogni e alle richieste degli anziani ideando Pomeriggi insieme, potenziando sia le vacanze anziani sia l’università degli adulti rendendole sempre più attrattive e molto partecipate.


Scrivetemi per informazioni, suggerimenti o semplicemente per scambiarci delle idee fabiola.santini@matelicainsieme.com oppure contattatemi su Facebook: Fabiola Santini
Che delusione!
post pubblicato in Diario, il 7 maggio 2009
Ecco quà una delusione....
Matelica dopo 6 anni non sarà presente alla Fiera del Libro di Torino.

La partecipazione GRATUITA alla fiera grazie alla Provincia di Macerata e alla Regione Marche che ci ha sempre ospitato con grande collaborazione quest'anno è andata in fumo.

Mi viene da chiedermi perchè? Si partecipa continuamente a fiere di ogni genere a livello turistico ma la grande opportunità culturale che offre la Fiera del Libro di Torino,NO, si decide di non partecipare.

In questi anni ho sempre partecipato io personalmente, prendendomi giorni di ferie da lavoro (zero costo al Comune di Matelica) e presenziando personalmente allo spazio offertoci ,ed ho avuto modo di vedere la grande opportunità offerta da questa settimana di cultura. Incontri con pubblico e giornalisti ,diffusione di materiale , promozione culturale (lo scorso anno la Mostra dei Piceni primeggiava nello stand attirando visitatori di tutta Italia).
Negli anni abbiamo promosso il Premio Nazionale di Narrativa Libero Bigiaretti, cercato contatti per la promozione dello stesso e promosso presso case editrici nuove (vedere l'incremento di case editrici partecipanti); abbiamo promossi prodotti editoriali del nostro territorio, contattato personalità del mondo letterario che poi hanno partecipato ad eventi a Matelica richiamando l'attenzione di tutto il territorio.

Quest'anno, questa occasione a costo zero è andata in fumo e questa per me è una grande delusione. Perchè non si è voluta continuare questa collaborazione con la Provincia di Macerata e la Regione Marche?

http://www.fieralibro.it/
Mail Campagna Elettorale
post pubblicato in Diario, il 5 maggio 2009
Chi vuole mi può contattarmi sulla nuova mail nata per questa nuova sfida di campagna elettorale


fabiola.santini@matelicainsieme.com
www.montesisindaco.com
post pubblicato in Diario, il 26 aprile 2009
Visitate il sito del candidato sindaco Massimo Montesi per la lista "Matelica Insieme"

www.montesisindaco.com


Lasciate i vostri commenti e a breve  potrete scrivere a tutti i candidati

Matelica Insieme
100.000!!! MITICOOO
post pubblicato in Diario, il 24 aprile 2009
wow che traguardo!! Grazie a tutti visitatori
Emergenza Abruzzo, siamo solidali!
post pubblicato in Diario, il 6 aprile 2009
 Su sollecito del responsabile Anci Giovani Giacomo D'Arrigo vi chiedo di far circolare questa notizia.

Anci ed Ancitel si sono immediatamente attivati per fornire tutto il supporto possibile ai territori colpiti dal sisma della scorsa notte.

In particolare, attraverso il contatto dei nostri operatori con i Sindaci dei Comuni della Provincia dell’Aquila, è in corso una mappatura dei danni conseguenti al sisma e sono stati messi in allerta i tecnici comunali di Umbria e Marche che hanno maturato una particolare esperienza nel fronteggiare eventi di questo tipo.
E' inoltre in fase di attivazione, su questo sito, uno spazio ‘emergenza terremoto’ all’interno del quale sara’ disponibile un’area dedicata ai Comuni colpiti dal sisma che vorranno aggiornare i dati relativi ai danni subiti ovvero per chiedere aiuti o assistenza amministrativa on-line nella predisposizione degli atti utili ad affrontare l’emergenza.

A tal fine sono a disposizione di tutti i Comuni coinvolti:

  • il numero telefonico dedicato  06.76291513
  • il numero fax  06.7141250
  • la casella di posta elettronica  emergenzaabruzzo@anci.it

Tutti i dati raccolti saranno resi disponibili alle autorità competenti e, i particolare, alla Protezione Civile.All’interno dello stesso spazio è infine prevista un’area nella quale tutti i Comuni italiani potranno segnalare la loro disponibilita’ a fornire materiale di prima emergenza (camper, tende, bagni chimici e quant’altro) alle amministrazioni colpite dal terremoto.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. "terremoto";"abruzzo" "anci"

permalink | inviato da fabiolasantini il 6/4/2009 alle 7:33 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
L'intervista di Massimo Montesi, candidato sindaco a Matelica
post pubblicato in Diario, il 5 aprile 2009
IL PUNTO SULLE ELEZIONI: PAROLA AL CANDIDATO MONTESI

Dopo la trionfale presentazione di domenica scorsa in un cinema teatro ben gremito il candidato sindaco per il PD-centro sinistra, Massimo Montesi, ci concede un botta e risposta per andare a fondo dei progetti per la città, come hanno fatto nelle settimane precedenti Alessandro Casoni candidato sindaco per la lista civica trasversale di nuova istituzione e Igino colonnelli come portavoce dell’associazione “Futuro prossimo", “un laboratorio di idee per rinnovare la politica e un luogo di impegno civico”, che sta lavorando seriamente alla formazione di una quarta lista (cfr. L’Azione del 28 marzo).

Partiamo proprio da questo quadro… Massimo, il PD ha fatto una presentazione in grande stile dimostrando coesione e progettualità. Al tempo stesso non ha mancato di fare appello (una vera e propria raccolta di firme) all’unità della sinistra in un quadro quantomeno di dispersione rispetto alle prossime elezioni. Qual è il tuo giudizio?

Intanto, giudico fondamentale la coesione che già c’è, nel PD e nelle altre forze, politiche e sociali intorno ad un progetto di rinnovamento e nell’interesse che c’è nella città.

Quello di domenica è stato un buon inizio, un punto di partenza, dobbiamo lavorare molto, ascoltare la città, coinvolgere le parti vive di essa, portare le nostre proposte ma essere pronti anche a raccogliere le istanze che emergeranno.

Per quanto riguarda la “raccolta di firme” vorrei precisare che non è stata un’iniziativa del PD, ma spontanea da parte di alcuni elettori, rispetto ad un’ipotesi che certo se pienamente legittima, ci mancherebbe, nella sostanza rischierebbe di avvantaggiare coloro che negli anni sono stati gli avversari del centrosinistra e di più, di un modo di intendere la politica e di scelte compiute che sono le più lontane da quello che pensiamo necessario per Matelica.

Senza voler apparire presuntuoso, confido ancora che si possano trovare le ragioni di dialogo e di incontro anche con quei cittadini con i quali abbiamo condiviso anni di opposizione e di progettualità comuni e con i quali non credo ci siano distanze così grandi.

Veniamo alle proposte; in un’intervista non è possibile raccontare tutto, ma almeno i punti programmatici…

In primis affrontare l’emergenza sociale e economica, anche con misure straordinarie. Nel medio periodo dovremo impostare azioni di sostegno alle imprese e alle famiglie, con interventi, che tenendo conto del ruolo del Comune, vadano nel senso della diversificazione produttiva, che affrontino la crisi di sistema del nostro tessuto produttivo tradizionale.

Io non ho dubbi sul fatto che usciremo da questa crisi, il punto è capire, come, con quali cambiamenti. Saperli studiare e gestire vuol dire essere all’altezza delle sfide che la modernità, la globalità ci pone… già domenica nell’incontro al cinema teatro ho accennato diverse strade: la creazione di un Distretto Tecnologico Informatico sfruttando la sinergia tra le belle realtà aziendali già operanti e l’ottimo lavoro che l’Università di Camerino sta svolgendo nel settore. Poi un Piano Energetico Comunale che sappia predisporre e organizzare al meglio tutto il territorio per far partire le grandi possibilità legate alle energie rinnovabili senza compromettere minimamente le caratteristiche socio ambientali del nostro territorio.

Privilegiare la filiera corta e puntare sul turismo, azioni di sinergia tra i diversi settori produttivi, agricoltura, turismo, cultura, socialità.

Ma sul turismo non è già stato fatto molto? 10 anni fa a Matelica non c’erano strutture ricettive ed oggi i posti letto, tra B&B e agriturismi si contano a centinaia…

Vorrai dire che si è speso molto… quanto ai risultati qualche dubbio ce l’avrei. Lo sviluppo di certe strutture è legato ad un processo globale (B&B, country house, agriturismi, e via dicendo sono fioriti a centinaia in tutto il territorio nazionale) che ci sarebbe stato comunque. Il punto è invece fare sistema per valorizzare l’iniziativa del singolo che da solo incontra tante difficoltà, essere di aiuto facilitare le sinergie, la valorizzazione, la crescita della cultura dell’accoglienza.

Al Cinema Teatro è intervenuto anche Dante Reale del Tribunale del Malato con una domanda netta e precisa sul futuro dell’ospedale…

E io, mi pare, ho risposto altrettanto nettamente… il clima non è più quello di un decennio fa in cui si trattava di “salvare un ospedale”. Ricordo le “guerre” e la strumentalità di chi pur di strappare qualche voto, immaginò e fece credere a sorti magnifiche e illimitate.

L’ospedale di Matelica non può avere più l’eccellenza chirurgica, si devono evitare i doppioni, ma deve puntare, accanto a ciò che già c’è e ai servizi di base, su delle “punte di diamante” di specializzazioni che, essendo solo a Matelica, permettano delle garanzie di sviluppo e un futuro. A breve ci sarà l’inaugurazione della Riabilitazione post operatoria in collaborazione con il Santo Stefano… ecco allora che rinnovo l’invito al TDM a ragionare sull’istituzione di un’altra specializzazione, ad esempio la Geriatria, anch’essa una risposta ai bisogni effettivi ed unica nel nostro territorio.

E le Valche? Bloccherete tutto?

Per carità, non ci possiamo permettere affermazioni facili e prive di riscontro. Proprio il vostro settimanale la settimana scorsa ha raccontato e mostrato l’inizio dei lavori di questa opera che noi giudichiamo un dispendio inutile di energie. Sbagliata nella progettazione, nelle forme di finanziamento e che resterà “monca”, mancando una grande quota di risorse per terminarla.

Ma è stata finanziata ed iniziata, quindi la cosa più seria da fare, sarà vedere lo stato dell’arte all’indomani delle elezioni e verificare quale sarà la strada più conveniente per i cittadini, per la comunità. Bloccare tutto e destinare i fondi altrove, modificare la progettazione, o terminare limitando al massimo il dispendio di energie, studiando le ipotesi di raccordo con la viabilità esistente.

Quindi realismo “massimo” – perdona il gioco di parole – su tutto, anche sulla famosa Riserva del San Vicino su cui l’associazione “Spizzichino” e i Verdi hanno chiesto garanzie precise… a questo proposito, ricordiamo che a sostegno della tua candidatura ci sono anche Rifondazione Comunista, il Partito Socialista, i Comunisti Italiani e l’Italia dei Valori… non avete paura di un eccessivo sbilanciamento a sinistra della vostra lista?

Sulla Riserva abbiamo idee abbastanza chiare… è rivolta alla tutela e alla valorizzazione di beni ambientali, paesaggistici e storici, ma è anche una grande opportunità per lo sviluppo del territorio in chiave vocazionale e turistica. Quindi, preso atto della posizione degli enti interessati, siamo per farla partire, ed oggi può partire solo con il perimetro stabilito e concordato con i Comuni interessati, la Provincia e la Regione. Lavoreremo per farla funzionare, per garantire le risorse di derivazione regionale, e poi ragioneremo, con il consenso massimo di tutti gli interessati e le parti coinvolte sull’ampliamento.

Sulla tua “illazione” vorrei dire che, ne capisco poco le ragioni. La nostra è una lista civica, appoggiata come ricordi da tutti i partiti del centrosinistra di Matelica, e aperta alla città, alle associazioni, ai cittadini, questo significa sbilanciamento a sinistra? Se una critica in passato è stata fatta al centrosinistra e ciò che più deluderebbe l’elettore sarebbe semmai la frammentazione. In questo quadro non vedo che elementi positivi. Il centrosinistra non ha bisogno di dimostrare capacità di governo, lo fa in migliaia di amministrazioni locali e molto bene.

Inoltre, accanto ai partiti, ci sono i tanti cittadini, che lo hanno dimostrato domenica, ci sono vicini e condividono le nostre scelte.

Ma voglio rilevare anche che si tratta di elezioni amministrative. Concordiamo sulle cose concrete, quelle che interessano i cittadini: un’analisi negativa delle azioni amministrative fatte finora, una visione comune delle iniziative e delle direttrici fondamentali su cui muoversi, le linee di fondo e una visione di futuro. I cittadini sanno che potranno fidarsi e sceglieranno oltre che in base a chi appoggia la nostra lista anche per la validità delle nostre proposte, per la forza e la rappresentatività della lista dei candidati, che ovviamente non saranno solo espressione dei partiti ma della società matelicese più vasta, per il rinnovamento che vogliamo portare a Matelica.

Permetti anche a me una provocazione: farai la stessa domanda anche ai nostri antagonisti?

Per finire a te la parola… come in tv si lasciano due minuti per l’appello finale, ecco 10 righe tutte per te per convincere i matelicesi che vale la pena votarti

Per gli appelli finali avremo tempo. Vorrei solo ricordare alcune cose. Proponiamo e vogliamo il cambiamento necessario a Matelica, nei contenuti, la risposta concreta ai tanti problemi ancora aperti; nei metodi, non più in Comune “asserragliati”, con la gestione solitaria di alcuni personaggi che si sono creduti molto potenti, ma, aperti alla città, con gli strumenti della partecipazione e della condivisione.

Preso atto della fine di un ciclo e della fine di una classe dirigente vogliamo aprire una nuova fase e vogliamo contribuire alla formazione della nuova classe dirigente di Matelica, volti nuovi, capacità, voglia di mettersi in gioco, grande energia.

Recuperare il senso di “comunità”, con la valorizzazione della nostra identità, delle nostre eccellenze, della nostra storia e della cultura, perché insieme, consapevoli di far parte della stessa storia si affrontano meglio i problemi e le sfide che abbiamo davanti.

Vicini alle famiglie e alle nostre imprese, con interventi anche eccezionali e con lo sguardo rivolto al futuro.

Ciao e buon lavoro,

Luca Di Dio

 

Matelica: il 5 per mille...per il fondo di solidarietà
post pubblicato in Diario, il 30 marzo 2009
 
Tra le poche cose buone del Governo in carica c'è il 5 per mille!
Lo scorso anno era sparita la possibilità di convogliare le cifre del 5 per mille da parte dei contribuenti ai servizi sociali dei comuni di resideza per attività legate ai servizi sociali.
Allo stato attuale dal comune pare non ci sia nessuna comunicazione ufficiale, nè pubblicità in giro (se mi sbaglio fatemi sapere) beh, perchè non sfruttare questa opportunità per incrementare il fondo di solidarietà destinato alle famigli in difficoltà? perchè non creare le opportunità affinchè la comunità matelicese non diventi protagonista in positivo in questo momento di crisi?

Presenteremo un odg al prossimo consiglio comunale

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. "matelica"

permalink | inviato da fabiolasantini il 30/3/2009 alle 20:17 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Idee per una nuova Matelica
post pubblicato in Diario, il 18 marzo 2009
Come qualcuno di voi sa già...da qualche tempo il mio blog è stato un po' lasciato a se stesso per colpa di FacciaLibro...mi dispiace e mi pento con tutto il cuore, ma ci sono i momenti delle mode e allora andiamo tecnologicamente avanti.
Su Facebook è iniziato un bel giro, ho dato vita a Dicembre ad un gruppo che si chiama "Idee per una nuova Matelica" vi invito a venirmi a trovare e a partecipare attivamente alla discussione.
http://www.facebook.com/home.php?#/group.php?gid=113775765159&ref=ts

Vi aspetto
Fabiola
Buona festa delle Donne 2009!
post pubblicato in Diario, il 8 marzo 2009
Un mio augurio un po' particolare per la festa di tutte noi, che non sia solo un giorno ma sia ricordato tutto l'anno. Contro ogni violenza, contro tutto ciò che svilisce la figura della donna. Che ogni giorno serva a rafforzare il nostro animo e la nostra vita.
Auguri

"Nuda sei semplice come una delle tue mani,
liscia, terrestre, minima, rotonda, trasparente,
hai linee di luna, strade di mela,
nuda sei sottile come il grano nudo.
Nuda sei azzurra come la notte a Cuba,
hai rampicanti e stelle nei tuoi capelli,
nuda sei enorme e gialla
come l'estate in una chiesa d'oro.
Nuda sei piccola come una delle tue unghie,
curva, sottile, rosea finchè nasce il giorno
e t'addentri nel sotterraneo del mondo
come in una lunga galleria di vestiti e di lavori:
la tua chiarezza si spegne, si veste, si sfoglia
e di nuovo torna a essere una mano nuda
."

Pablo Neruda
Berlusconi...perchè dici no???
post pubblicato in Diario, il 1 marzo 2009

da www.partitodemocratico.it

Un assegno mensile di disoccupazione per quelli che perdono il posto di lavoro.
Una proposta concreta, in grado di dare una speranza agli italiani vittime della crisi.
“Berlusconi porti subito questa proposta in Parlamento, faccia un decreto d'urgenza, come ne ha fatti tanti. Su questo noi in Parlamento lo sosterremo". Lo ha detto il segretario del Partito democratico Dario Franceschini, intervenendo sabato 28 febbraio nel teatro Piccinni di Bari alla manifestazione sul tema “Senza Sud che Italia è?”.Parlando del federalismo Franceschini ha spiegato che "non ci sarà opposizione preconcetta se sarà equo e solidale".

Alla proposta del Partito Democratico Berlusconi ha replicato che non ci sono risorse sufficienti con una battuta, durante una conferenza stampa a Bruxelles. Eppure, fa notare Pierluigi Bersani, non era così “quando si toglieva l’Ici anche ai benestanti, quando si faceva l’operazione Alitalia, quando si cancellavano misure sulla tracciabilità dei pagamenti".

“Per la misura che proponiamo sull’assegno ai disoccupati non serve un punto e mezzo di Pil come dice Berlusconi – ha spiegato Bersani - Serve un quarto di quella cifra e cioè 5-6 miliardi di risorse aggiuntive che proponiamo di
reperire con alcune misure di controllo della spesa corrente e con il ripristino di alcune norme in materia di evasione fiscale”.

“Degli 8 miliardi di cui continua a parlare il governo si sono visti sin qui solo pochi spiccioli e comunque quell’intervento non risponde ad esigenze ormai conclamate, come quelle relative all’universo dei precari –ha concluso il responsabile economico del PD - Se il governo intende finalmente andare al cuore del problema noi siamo pronti a confrontarci sulle misure concrete”.

E nelle serata di lunedì il segretario del Partito democratico torna sulla proposta: "Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi abbia il coraggio di andare in Parlamento a dire no alla proposta di istituire un assegno di disoccupazione per tutti coloro che perdono il lavoro. Il suo è un no sbattuto in faccia a quelle persone che non hanno i soldi per andare avanti. Non so perché Silvio Berlusconi abbia indicato in 25 miliardi le risorse necessarie a finanziare l'assegno di disoccupazione per precari e lavoratori delle piccole imprese. Posso ipotizzare che lo ha fatto o per spaventare oppure perchè, ed è il motivo più terribile, lui sa che verranno licenziate 2,5 milioni di persone". E' una critica senza incertezze alla stima fatta dal presidente del Consiglio delle risorse necessarie per finanziare la misura proposta dal Pd in aiuto ai disoccupati e ai precari.

"Siccome gli economisti hanno calcolato - ha continuato - che per ogni disoccupato ci vorranno 10.000 euro per garantirgli l'assegno di disoccupazione allora mi chiedo se Berlusconi non abbia buttato lì una cifra o se invece sia a conoscenza di informazioni che noi non abbiamo".

Per questo, se Berlusconi "pensa di cavarsela con un no alla nostra proposta a una conferenza stampa da Bruxelles, sappia che quel 'no' noi e' come se non l'avessimo sentito. Dovrà venire in Parlamento e dire alla sua maggioranza di votare no al provvedimento che gli proponiamo".

"Come dimostrano i dati dell'Istat (meno 1% il PIL ndr) la gravità della crisi è sotto gli occhi di tutti ma di fatto continua ad essere negata dal governo italiano che, unico fra tutti, non prende iniziative significative". E' quanto denuncia il senatore democratico Tiziano Treu secondo il quale "i soldi messi a disposizione dal governo sono virtuali, semplici partite di giro. Giustamente, sottolinea anche la Marcegaglia, occorrerebbero interventi pesanti come avviene da altre parti, a favore di lavoratori, imprese ed infrastrutture - osserva Treu -. Invece per ora niente. Il segretario Franceschini ha proposto l'urgenza di interventi a sostegno dei disoccupati, è da tempo che lo chiediamo. Un intervento di tale genere aiuta non solo i lavoratori ma anche le imprese a sostenere la crisi, si tratta di uno stabilizzatore economico e sociale che hanno anche altri paesi. Le risorse vanno trovate come ha indicato il Pd tramite la lotta all'evasione e la riduzione degli sprechi". Una linea che aveva trovato favorevoli anche Cgil e Cisl.
A' Piddì forzaaaaaaa
post pubblicato in Diario, il 25 febbraio 2009
Segnalo un pensiero del mio amico Marione Adinolfi.... se qualcuno si decidesse a dargli ascolto ogni tanto, avremmo evitato di sicuro molte ma molte perdite ( A' Piddì svegliate!!!)


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. marioadinolfi; pd

permalink | inviato da fabiolasantini il 25/2/2009 alle 22:17 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Caro Blog....torneròòòòò!
post pubblicato in Diario, il 22 febbraio 2009
 Caro blog...lo so ti ho un po' abbandonato, ma voglio rimediare...devo assolutamente ricominciare a curarti un po' di più. E lo sai che la colpa è solo di quel giovanotto che è FacciaLibro (facebook n.d.r.)

Tornerò a brevissimo per ri-iniziare con qualche notarella locale e no!

Baci Baci

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. fabiolasantini

permalink | inviato da fabiolasantini il 22/2/2009 alle 11:12 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Sfoglia ottobre       
il mio profilo
calendario
rubriche
tag cloud
links
cerca