.
Annunci online

Sogni,Idee e passioni. La vita deve essere un mix dei tre condita con amore e serenità!
Pd Abruzzo e...non solo!!!! (La rivoluzione generazionale è indispensabile e urgentissima)
post pubblicato in Politichese, il 15 dicembre 2008

 Beh dopo un po' di silenzio Blog torno a scrivere stimolata dal disastro Abruzzese. Ora...ci vogliamo guiardare in faccia e capire che così non va? Non va, rendiamocene conto una volta per tutte. Si perde punti percentuali nazionali e locali...si perde consenso per il silenzio che incombe nell'opposizione. Nel frattempo fantomatici (e no) colleghi di opposizione sono in continua ascesa perchè sono gli unici che alzano la voce contro questo governo che non ci piace (ma stiamo zitti).
Forse è ora che ci guardiamo in faccia e capiamo che la rivoluzione generazionale è assolutamente indispensabile e urgentissima.

La rivoluzione generazionale è indispensabile e urgentissima. Basta con le scuole di pensiero post DC e post PCI con tutto il rispetto per entrambe le storie, ma basta perchè io come tanti altri vogliamo un futuro democratico e forse qualche "adulto" ce lo deve!!!!!

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. pd rivoluzione generazionale abruzzo

permalink | inviato da fabiolasantini il 15/12/2008 alle 22:41 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
SI PUO' FARE/MACERATA
post pubblicato in Politichese, il 27 febbraio 2008
Senza dubbio un incontro bello ed importante...spero il primo di tanti altri.
Dopo l'assemblea di Roma di qualche giorno fa una nuova spinta...una carica per affrontare questo delicato momento locale/nazionale e personale nel locale :-)
Ecco il discorso di Veltroni a Macerata di lunedi scorso
UNO PER TUTTI
post pubblicato in Politichese, il 22 febbraio 2008
Parte una nuova campagna dal mondo dei blog e vista l'amicizia che ho con l'1 che dovrebbe battersela CONTRO TUTTI e per la stima che nutro nei suoi confronti...promuovo anche nel mio blog la sua candidatura e il mio appoggio (ovviamente)

Di super Mario più volte abbiamo parlato qui sul mio blog e a distanza di tempo non posso che riaffermare il mio apprezzamento alle sue battaglie che poi sono le mie...e le nostre.
Credo che la partecipazione giovanile debba essere uno snodo fondamentale per la nuova stagione, perchè una nuova Italia...SI PUO' FARE!!!!


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. pd marioadinolfi unopertutti

permalink | inviato da fabiolasantini il 22/2/2008 alle 15:10 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
Mario Cavallaro Primo coordinatore Pd provinciale
post pubblicato in Politichese, il 25 novembre 2007

Dal Corriere Adriatico del 25.11.2007

Comi e Gentilucci sottolineanogli elementi di divisioneSilenzi sollecita il centrosinistraad “affrontare i problemi verie non le questioni interne”

Per il sindaco di Gagliole 25 voti contro i 17 della Principi
Cavallaro alla guida del Pd
MACERATA - Mario Cavallaro è il primo coordinatore provinciale del Partito Democratico: lo ha eletto ieri l’assemblea riunitasi nella sala convegni dell’hotel Claudiani: 25 voti sono andati al senatore e sindaco di Gagliole, 17 preferenze per Maria Principi sostenuta dalla lista Ambiente. Una scheda bianca, un assente. I rapporti di forza si sono confermati al momento del voto, nessuna sorpresa in questo senso. Il Pd ha completato l’operazione di nascita ma gli animi non sono del tutto sereni ed in questo senso diversi sono stati gli interventi di critica anche serrata sulle scelte finora fatte.

La giornata è iniziata con la presentazione dei programmi a sostegno delle candidature di Mario Cavallaro e di Maria Principi ed è poi iniziata la sequenza degli interventi.

In platea tra gli altri Adriano Ciaffi, Sara Giannini, Daniele Salvi, Angelo Sciapichetti, Giorgio Berdini, Mauro Compagnucci, Maurizio Natali, Daniele Maria Angelini, Maria Teresa Danieli, Francesco Comi. A guidare l’assemblea il presidente della Provincia Giulio Silenzi.

Comi ha contestato la gestione del Pd e le decisioni prese senza coinvolgere gli eletti.

Giulio Silenzi ha invitato a guardare avanti, ha invitato il centrosinistra “ad occuparsi delle questioni reali senza fermarsi alle questioni interne. Le correnti cristallizzate saranno un danno per tutti”.

Mario Antinori ha rilevato che “quando si parla di problemi si riesce a dialogare pur se posizioni diverse. Il partito è una cosa seria, non lo si può ridurre a un club”. C’è una cosa che ad An tinori non piace: “Non chiamateci Silenzi boys, è offensivo”. Nel senso che i giovani rivendicano autonomia di pensiero pur essendo “fedeli alla linea”.

Il matelicese Franco Antonini sottolinea come “il Pd sia il concretizzarsi di un sogno. Lo sforzo è quello di fare unità, le correnti sono un falso problema”.

Sarà ma l’intervento di Luigi Gentilucci evidenzia che il malessere interno è ben radicato. “Il punto focale è la nascita del Pd con tutti i problemi che ha creato anche per il modo di formazione delle liste. Conosciamo tutti i disagi personali che sono stati provocati”: il passaggio non è all’insegna dell’apertura e Lanzavecchia commenta ironicamente con un altro esponente provinciale: “Un chiaro invito alla pace”.

L’invito finale di Gentlucci: “Anche Veltroni conosce come si sono gestite le cose in ambito locale. Occorre saper riprendere i fili e tessere la tela”.

Daniele Salvi chiede collaborazione anche in vista della elezione dei coordinamenti comunali: “Viviamo una giornata importante in un percorso difficile. Bisogna lavorare perchè le divisioni non si ripercuotano ai livelli locali. Nel partito ci vuole dibattito, pluralismo ma non forme militarizzate”.

Il sindaco Giorgio Meschini chiede di far votare per i coordinamenti comunali anche quanti non hanno partecipato alle primarie di ottobre (“Se uno stava male?”) ed al no della Giannini che gli spiega le regole s’inalbera: “E’ una stupidaggine” ripete diverse volte. Morgoni chiede la nomina della Principi a vicecoordinatrice provinciale.

Si chiude con l’elezione del tesoriere nella persona di Stefano Lapponi, l’approvazione di alcune mozioni ed un minuto di silenzio chiuso da un applauso in memoria del militare italiano ucciso ieri da un kamizaze in terra afgana.

LUCA PATRASSI

___________________________________________________________________________-
l’invito “Scelte partecipate”


MACERATA - Smaltita la tensione ed ultimate le operazioni di voto Mario Cavallaro torna al microfono per lanciare messaggi distensivi all’interno del Pd ed anche all’esterno. “In noi c’è una forte passione politica ed è questo il rapporto che ci unisce. L’invito è ad occuparci dei problemi e non delle dietrologie: stiamo tracciando la rotta giusta, non sono un coordinatore a sovranità limitata. Ritengo un mio preciso dovere la politica dell’ascolto, l’ascolto di tutti. Sono dell’idea di lasciare autonomia alle varie realtà in un processo che deve essere il più partecipato possibile, all’interno di un partito vero che ha la sostanza della democrazia”.

E Giulio Silenzi scioglie l’assemblea provinciale degli eletti, la prima del Partito Democratico. Cavallaro riceve gli auguri di buon lavoro da tutti, da Meschini a Morgoni, ricorda la prima lezione di politica ricevuta alcuni anni fa (una quarantina circa) dal “granduca” Emanuele Grifantini ed esce. Approdo il vicino bar Pierino per un aperitivo con gli amici.

Ed ora di nuovo in corsa per impostare la fase delle assemblee comunali per l’elezione dei nuovi organismi: un’operazione che andrà conclusa entro il prossimo mese di gennaio come ha annunciato la coordinatrice regionale del Pd Sara Giannini intervenuta alla partecipata assemblea provinciale maceratese di ieri.




Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. pd pd macerata pd marche

permalink | inviato da fabiolasantini il 25/11/2007 alle 14:12 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Mezzogiorno di fuoco
post pubblicato in Politichese, il 19 luglio 2007
L'ha fatto...a mezzogiorno era on line il suo programma

Pochi punti, chiari e precisi!

Un piccolo assaggio:

....Le nostre idee. Le idee di fondo (democrazia diretta, rappresentanza generazionale, rottura degli schemi oligarchici dei partiti, sostegno al referendum elettorale) che hanno animato la candidatura sono contenute nell'appello "In nome di quel che sarà", pubblicato ieri al lancio della candidatura. Ci impegniamo però anche su delle proposte concrete su cui intendiamo orientare il partito democratico, se dovessimo vincere la competizione del 14 ottobre, quella a cui ci presentiamo da "velleitari". Le proposte si articolano su tre numeri: cento, due, zero.....

Leggetelo con attenzione sul suo blog
http://marioadinolfi.ilcannocchiale.it/post/1559682.html

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. pd marioadinolfi fabiolasantini

permalink | inviato da fabiolasantini il 19/7/2007 alle 19:19 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Sfoglia novembre        gennaio
il mio profilo
calendario
rubriche
tag cloud
links
cerca